Archivi per la categoria ‘Europa’

Agevolazioni per giovani europei

giovedì, 27 giugno 2013

Carta Europea Giovani

Tutti i giovani dai 14 ai 30 anni residenti a Gemona hanno tempo fino al 30 giugno per ritirare la Carta Giovani Europea, una tessera gratuita che offre sconti in musei, teatri, palestre, librerie, negozi sportivi aderenti all’iniziativa. La carta ha inoltre l’obiettivo di promuovere progetti italiani ed europei realizzati dagli enti associati e dalle altre organizzazioni della EYCA European Youth Card Association []. Accanto a quello di Gemona sono circa 80 i Comuni della nostra Provincia che hanno aderito all’iniziativa e che stanno distribuendo le 10.000 tessere complessivamente disponibili. L’elenco dei negozi, degli operatori economici, culturali e sportivi convenzionati sono reperibili QUI.
Chi volesse prenotare la Carta e fissare un appuntamento può prendere contatto con la Casa per l’Europa di Gemona [QUI].

Movimenti giovanili

venerdì, 20 aprile 2012

Giovani in Movimento

Proseguono i “Laboratori Job” promossi dalla Casa per l’Europa di Gemona [] nell’ambito del progetto “Giovani in Movimento – Jugend in Bewegung”, con l’obiettivo di offrire consigli concreti «a tutti coloro che sono motivati a ‘mettersi in movimento’ (giovani e non), per conoscere da vicino quali sono le opportunità e i servizi presenti nel nostro territorio al fine di agevolare la ricerca del lavoro, l’imprenditorialità, la formazione permanente e la mobilità in Europa».
Questo pomeriggio, venerdì 20 aprile, alle ore 17.00 presso l’auditorium “San Michele” in Largo Porta Udine Elisa Zanutti dell’ Ufficio Punto Nuova Impresa della CCIAA di Udine [] affronterà il tema “Nuova impresa giovane: ti informi e poi ti metti al lavoro”, seguita da Vincenzo Missio, presidente della Coveco s.r.l. [], che parlerà di “Iniziare, crescere e consolidare: come cambia il modo d’interpretare il ruolo dell’imprenditore. L’esperienza di Coworking Udine”.
[QUI una scheda esplicativa del progetto “Giovani in Movimento”]

Mobilità è potere

mercoledì, 25 maggio 2011

Giovani in movimento

Lavoro. Oggi più che mai per i giovani che escono dalle scuole e dalle università italiane questa parola assume contorni non definiti, nebulosi. Contratti che vengono rinnovati di mese in mese, se non di settimana in settimana, rimborsi spese e tirocini le parole che vengono più usate.
L’essere precari, in bilico sospesi come funamboli moderni, diviene la condizione di tutti, senza sconti né concessioni. Ecco perché c’è l’estrema urgenza di insegnare ai ragazzi come «crearsi» un mestiere, una qualifica che dia la sicurezza che quel filo non si spezzi facendoli crollare a terra con un tonfo secco.
«Giovani in movimento – Jugend in Bewegung» è il titolo del progetto presentato durante la conferenza di lancio tenutasi a Gemona lo scorso 31 marzo [], finanziato con fondi del programma Interreg IV Italia – Austria 2007-2013, voluto e organizzato dalla Casa per l’Europa di Gemona[], in collaborazione con la Provincia di Belluno, Lead Partner dell’iniziativa, e il Land della Carinzia in Austria. Il progetto intende fornire ai giovani partecipanti i «mezzi» per affrontare il problema della disoccupazione che interessa tutta l’Italia ma si fa più grave nelle zone in cui le risorse e le possibilità di impiego sono meno presenti che in altri territori. Il progetto offre un sostegno, alcunistrumenti per potenziare le proprie abilità, incentivare la creatività, la comunicazione e il lavoro di gruppo. Gli appuntamenti inizieranno a partire da fine luglio di quest’anno, continuando fino ai primi mesi del 2012.
La prima attività del progetto si svolgerà in Austria dal 29 al 31 luglio 2011: si tratta di uno scambio culturale a cui prenderanno parte tutti i 45 giovani provenienti dai 3 territori in cui sarà discussa, in maniera interattiva e divertente, la tematica dell’occupabilità giovanile. Viaggio, vitto e alloggio saranno coperti dall’organizzazione, per cui i partecipanti non avranno alcuna spesa a loro carico.
[QUI ulteriori informazioni]
[QUI la scheda di adesione]

Europa: prossima meta 2020

lunedì, 9 maggio 2011

Cantiere Europa

L’abbiamo ripetuto più volte dalle pagine di questo sito: o saremo europei o non saremo. La consapevolezza di essere parte di una comunità più grande, di avere culture, identità, forse «destini» comuni e intrecciati, sarà decisiva per le future generazioni del vecchio continente. Pena scivolare ai margini della storia. E magari ripetere i drammatici errori del secolo scorso, quando fra europei ci siamo massacrati. Lo sa bene la scuola, che rimane a tutt’oggi l’unica istituzione che, con mezzi limitati, attiva progetti, scambi, riflessioni per rafforzare il sentimento europeista.
Oggi, lunedì 9 maggio, presso l’aula magna dell’ISIS «D’Aronco» si terrà un convegno dal titolo «Le scuole verso Europa 2020», un’iniziativa promossa dagli istituti di Gemona «Magrini», «Marchetti» e «D’Aronco» e dall’istituto di San Daniele «Manzini», in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, il Miur, la Casa per l’Europa e Collinrete. Dalle ore 10 e per tutta la mattinata verranno presentate alcune iniziative realizzate dalle scuole del territorio in ambito europeo, mentre nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.30, si parlerà dei progetti di Life Long Learning Comenius, E-twinning, Grundtvig.
[QUI il volantino dell’iniziativa]

O saremo europei, o non saremo

giovedì, 21 aprile 2011

Bandiera europea

L’Europa è nata dalle ceneri della Seconda guerra mondiale. Da quell’immane tragedia nacque la coscienza e il senso di cittadinanza europea, che a distanza di 70 anni costituiscono ancora una sfida e un obiettivo non ancora raggiunto. Una sfida per chiunque creda nel valore dell’interculturalità e della pace. Un obiettivo per chi ritiene che l’identità sia un processo in divenire, mobile e plurale, in cui si intersecano appartenenze diverse che si arricchiscono dell’incontro con l’altro. Si tratta di un percorso lento, educativo, in cui le giovani generazioni giocano un ruolo da protagonista.
Il Comune di Gemona, la Casa per l’Europa e l’ufficio I.A.T. della Pro Loco, propongono a tutti i giovani gemonesi l’opportunità di conoscere l’Europa. Dal 19 al 23 luglio 2011 verrà ospitata la decima edizione dello «European Youth Meeting», alla quale parteciperanno delegazioni di ragazzi delle città di Laakirchen (Austria), Klimkovice (Repubblica Ceca), Obertshausen e Mieningen (Germania), Sainte Geneviève des Bois (Francia), Penafiel (Portogallo), Caravaca de la Cruz (Spagna), Mikolów (Polonia), Ilava (Slovacchia) e Beuningen (Olanda). Durante il meeting saranno organizzate delle uscite presso le località più interessanti della nostra Regione e verranno svolte attività sportive e di divertimento. Ai partecipanti l’amministrazione comunale offrirà vitto e alloggio.
I requisiti minimi per essere accettati sono l’età compresa tra i 13 e i 17 anni, la residenza nel Comune di Gemona e la conoscenza di base dell’inglese per sostenere una conversazione. L’eventuale conoscenza di ulteriori lingue straniere sarà valutata come titolo preferenziale.
Le domande vanno consegnate entro domani, venerdì 22 aprile 2011 presso la Casa per l’Europa in Piazza del Ferro [] oppure presso l’Ufficio I.A.T. in piazza del Municipio [].
[QUI il bando dell’iniziativa]

Occupazione europea

sabato, 26 marzo 2011

Elmetto Europa

Il progetto Eurodesk [] nasce per favorire l’accesso dei giovani alle opportunità di mobilità (studio, lavoro, formazione, volontariato, conoscenze, esperienze) offerte loro dai programmi comunitari. Avviato nel 1990 in Scozia, si diffonde nel Regno Unito e nel ‘95 si estende a Danimarca, Francia, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna. Nel 1997 anche l’Italia avvia il servizio di informazione ed orientamento dei giovani sulle opportunità europee. A marzo 2010 la rete europea Eurodesk è formata da 30 Paesi e conta oltre 1.000 Punti Locali su tutto il territorio europeo.
Attraverso l’ampio radicamento territoriale, Eurodesk vuole accorciare le distanze, geografiche e linguistiche, tra le giovani generazioni di europei: una rete permanente di strutture ospita infatti i referenti Eurodesk, che veicolano gratuitamente informazioni aggiornate e di facile fruizione.
Da molti anni, lo sportello europeo è attivo anche a Gemona. Tra i molti progetti c’è «Giovani in Movimento – Jugend in Bewegung». Promosso dalla Casa per l’Europa, dalla Provincia di Belluno e dal Land della Carinzia, nasce dalla volontà di rafforzare attraverso azioni concrete e comuni la rete transfrontaliera in materia di politiche giovanili.
Il progetto prevede il coinvolgimento di 15 giovani, fra i 18 e i 25 anni, provenienti dai tre territori, che avranno l’opportunità di partecipare a numerose iniziative, sia locali che transnazionali, per affrontare in maniera creativa il problema della disoccupazione giovanile.
Il primo importante appuntamento sarà la conferenza di lancio dell’iniziativa, che si terrà giovedì 31 marzo a Gemona a partire dalle ore 9.30 nella sala della Comunità Montana. Durante la mattinata saranno affrontati i temi cruciali inerenti la disoccupazione gionavanile: strategie europee e strumenti nazionali per affrontare il (non) lavoro dei giovani, lo stato della disoccupazione giovanile in Carinzia e le peculiarità italiane.
[QUI il volantino dell'iniziativa]