Archivi per la categoria ‘Eventi’

Quei Bravi ragazzi con le bombolette spray

giovedì, 6 giugno 2013

Elementi_Sotterranei_2013

Un fine settimana di spray e creatività. Da domani, venerdì 7 giugno, a domenica 9 torna Elementi sotterranei, il festival internazione di Arti Urbane. Giunta all’ottava edizione, la rassegna di quest’anno porta come titolo GenerEazioni, a voler sottolineare il rapporto tra età diverse, generazioni vecchie e nuove che interagiscono per costruire «ponti bidirezionali».
Promotrice dell’iniziativa, come sempre, l’associazione gemonese Bravi ragazzi, con il supporto tecnico della Pro Loco, di Edil Coop e Atlantis. Il programma prevede la presenza di alcuni “pilastri” del graffitismo internazionale: Etnik e Vesod dall’Italia, Ucon dal Belgio, Mankey dalla Spagna, Erase e Arsek dalla Bulgaria, Dms dal Brasile. Ai graffittari si affiancheranno laboratori aperti al pubblico a cura di Macross, Coop Consumatori Nordest e Gelostellato, animazione per bambini, laboratori teatrali, di graffiti-writing, ortoriciclaggio, microlettura, e l’attività di Guerrilla Stencil per ridare vita nuova al guardaroba con le bombolette spray. E inoltre le performance di Paper People (personalizzazione di pupazzi di carta), Elementi Digitali (Social Tour per visitare i graffiti delle passate edizioni) e i concerti serali con I Ragazzi del Commissariato, Sisyphos – Alpine Reaggae System e Zion Train. E molto altro ancora. Per un fine settimana di creatività, incontri, colori. Per far cambiare idea a chi è ancora convinto che la street art sia solo vandalismo, o poco più.
[QUI il sito del’iniziativa]

Aquiloni sempre più in alto

sabato, 11 maggio 2013

Aquiloni

Confidando nell’indulgenza di Giove pluvio, domani, domenica 12 maggio, Festività dell’Ascensione, si rinnoverà l’atteso appuntamento della Festa degli Aquiloni sui prati della sella di Sant’Agnese. Ricchissimo il programma della giornata. Alle ore 9.30 i gruppi parrocchiali della Forania di Gemona saliranno da Gleseute, Ospedaletto e Venzone verso la Sella. Alle ore 10.45 è prevista la Processione della Rogazione dell’Ascensione; alle ore 11.00 la Santa Messa animata dai gruppi giovanili della Forania di Gemona e dal Gruppo Scout. Sarà presente l’arcivescovo Andrea Bruno Mazzocato. Alle ore 13.30 letture animate per bambini a cura del Gruppo “Coccolastorie” e alle ore 14 giochi per bambini, ragazzi e adulti a cura dei giovani e degli operatori partecipanti ai laboratori “Animatori si diventa” svoltisi tra febbraio e maggio 2013 a Gemona e a Trasaghis. I laboratori sono stati promossi dal Servizio sociale dei Comuni dell’Ambito distrettuale n. 3.1 «Gemonese, Canal del Ferro, Val Canale», da Aracon Cooperativa Sociale Onlus, dai Comuni di Gemona e Trasaghis in collaborazione con le Parrocchie di Santa Maria Assunta, San Marco e Santo Spirito di Gemona, la Parrocchia di Santa Margherita Vergine e Martire di Trasaghis e con l’Associazion «Borc di Plovie».
A partire dalle ore 15.00 avrà luogo la Cerimonia del tè, antico rituale di benvenuto dei Tuareg, gli “uomini blu del deserto”. L’organizzazione dell’evento è a cura dell’Associazione culturale “Pense e Maravee” nell’ambito del Progetto “Mensa” attuato presso la Scuola tuareg “Scilla da Pordenone” in Niger. Il progetto, attivo dal 2010, sostiene le esigenze alimentari degli 84 bambini frequentanti la scuola e mira a renderne autonomo l’approvvigionamento alimentare.
Numerose altre proposte saranno attive nel corso della giornata: la consueta bottega degli aquiloni a cura del Gruppo Scout; giochi di arrampicata per bambini e ragazzi organizzati dal Centro Parrocchiale Glemonensis in collaborazione con il CAI; stand delle associazioni aderenti al Coordinamento; banchetto di cibi dolci e salati a cura delle assistenti familiari straniere partecipanti al progetto “Assistenti familiari straniere e comunità locale” promosso dal Servizio sociale; banchetto di dolci a cura dell’Asilo Nido “Rondinelle”, banchetto con «cjasutis pal gnotul» a cura della Scuola secondaria di primo grado “Cantore” di Gemona e gazebo a cura dell’AFDS (Associazione Friulana Donatori di Sangue – sezione di Gemona) con distribuzione di materiale informativo. Verrà inoltre presentato il progetto “Casa del Volontariato” che intende dare vita, presso la sede del Coordinamento delle Associazioni in via San Giovanni n. 20 a Gemona, a uno spazio aperto non solo alle associazioni aderenti al Coordinamento, ma anche ad altre organizzazioni del territorio: un luogo di confronto, dialogo e progettazione condivisa, un centro propulsore di nuove iniziative per Gemona e per il Gemonese. Sarà attivo anche il chiosco a cura dell’Associazione “Borc Taviele”.
Dalle ore 8.30 alle ore 12 i volontari della Squadra Comunale di Protezione Civile saranno a disposizione con propri mezzi per accompagnare le persone impossibilitate a raggiungere la Sella a piedi (persone con disabilità motoria e anziani). Dalle ore 14 alle ore 15.30 i volontari saranno a disposizione per la discesa dalla Sella.
Il ricavato delle offerte raccolte durante la Festa sarà destinato al progetto “Casa del Volontariato”.

[QUI il volantino dell’iniziativa promossa dal Coordinamento delle Associazioni “I colori del vento” 2013]

I vin fat 30

sabato, 27 aprile 2013

CSRE Campolessi

Lo scorso 28 Febbraio il Centro Socio Riabilitativo Educativo (CSRE) di Gemona ha compiuto 30 anni. Era infatti il 1983 quando, per la prima volta negli spazi dell’allora Scuola Elementare di Campo Lessi, si aprivano le porte di quella struttura che per tre decenni ha offerto un supporto quotidiano alle persone con disabilità del Gemonese e alle loro famiglie. Da allora per circa 220 giorni all’anno, aprendo settimanalmente dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.00, il CSRE ha proposto esperienze educative e interventi di assistenza con l’obiettivo di promuovere l’autonomia e valorizzare l’espressione delle potenzialità presenti nelle persone che lo frequentano. Attualmente gli operatori, in parte dipendenti dell’Azienda sanitaria n. 3, in parte soci della Cooperativa Itaca, lavorando in modo integrato con altri Servizi Territoriali e i Dipartimenti dell’Azienda Sanitaria (in particolare con il Servizio Sociale dei Comuni, il Distretto Sanitario e il Dipartimento di Salute Mentale) si attivano per rispondere ai bisogni di circa 30 persone con disabilità, dai 18 ai 55 anni di età, residenti a Gemona e nei comuni limitrofi.
Da sempre il Centro Diurno di Gemona ha cercato di proporsi come un luogo aperto, propositivo e capace di intrecciare rapporti di collaborazione con le realtà del proprio territorio; ed è grazie a questi legami, in particolare con il Circolo Culturale Ricreativo di Campolessi, che la ricorrenza del trentennale viene celebrata nell’ambito della manifestazione più significativa della borgata nella quale è situato il CSRE: la Sagra di S. Marco.
Domani, domenica 28 aprile, presso l’area dei festeggiamenti di Campolessi, è dunque previsto un ricco programma: si comincerà alle ore 10.30 con l’apertura dei festeggiamenti, il saluto delle autorità invitate e l’inaugurazione della Mostra fotografica sulle attività del centro dal titolo “Impronte nel cemento, una storia di abilità” a cura del fotografo Alice Durigatto dell’associazione “Bravi Ragazzi”. Nel frattempo verrà allestito un mercatino con i lavori realizzati nei laboratori di attività manuali del CSRE. Alle ore 11.00 “I vin fat trente…”, testimonianza su 30 anni di progetti, interventi, esperienze a favore delle persone con disabilità. Interverranno Piera Calderini e Roberto Foglietta, gli educatori che nel 1983 hanno dato vita al Centro Diurno, ed altri operatori attualmente in servizio presso il CSRE. Alle ore 12.00 è previsto stuzzichino e aperitivo proposto dai ragazzi e dagli operatori del CSRE nell’ambito del progetto “Good Food“. Infine alle ore 12.30 i festeggiamenti proseguiranno con il pranzo comunitario alla presenza di ragazzi, familiari, operatori, volontari delle associazioni, autorità locali.

I volti e le voci dell’Amalteo

venerdì, 14 dicembre 2012

Pomponio Amalteo, Chiesa di San Giovanni - Gemona

Continuano le iniziative promosse dall’associazione Ostermann [] per celebrare la figura di Pomponio Amalteo, il pittore rinascimentale che realizzò una delle più rilevanti opere artistiche di Gemona, il soffitto a cassettoni della chiesa di San Giovanni. Questa sera, venerdì 14 dicembre, alle ore 20.30 presso l’auditorium San Michele, si svolgerà una lettura scenica, accompagnata da immagini e musica, dal titolo “Intant che l’Amalteo al piturave“. La compagnia gemonese Dret e Ledrôs darà voce a una cronaca di Gemona del 1533, ricostruita attraverso alcuni fonti provenienti dall’archivio storico comunale: registri dei verbali delle delibere dei Consigli della Comunità, registri dei Massari, registri dei Camerari di Santa Maria della Pieve e dei Camerari dell’Ospedale di San Michele. Nessun evento decisivo, di quelli che si citano sui libri di storia, riguardò Gemona in quel lontano 1533. Tuttavia, la lettura scenica farà rivivere la “normalità” della vita della Comunità: una normalità fatta di marce di eserciti e traffici di mercanti, del lavoro di artigiani, contadini e pastori, di arroganza del potere e povertà, di rivendicazioni popolari; di un tempo scandito dalle ricorrenze religiose.

Nova tempora

mercoledì, 1 agosto 2012

Zodiaco

Tempi nuovi per il Tempus. L’edizione 2012 dell’immancabile manifestazione medievale sarà caratterizzata da alcune novità. Prima di tutto il coinvolgimento più diretto degli esercenti del centro storico, che proporranno in piazza Garibaldi intrattenimenti e chioschi in linea con il resto della festa. Poi, il Palio del Niederlech, la disfida al gioco della dama sulla schacchiera gigante con pedine in carne ed ossa, si terrà in contempoanea con la tre giorni di festeggiamenti in via Bini. Infine, quest’anno i visitatori, in cambio di una modesta offerta (1 euro), potranno garantirsi un braccialetto colorato come lasciapassare per non correre il rischio di subire le “angarìe” dei figuranti in costume.
La manifestazione prenderà il via domani, giovedì 2 agosto, con la tradizionale “cena propiziatoria” in via Bini. Dal 3 al 5 si svolgeranno le serate del Tempus est jocundum, mentre venerdì 3 il Palio del Niederlech in piazza del Ferro e domenica 5 la sfida a dama con pedine viventi, seguita dalla proclamazione della Dama castellana. Tutte le serate inizieranno alle ore 21 con il corteo in centro storico e i fuochi sul campanile del Duomo.
Astrologia: signa et elementa” il tema scelto per il 2012. Azzeccato di questi tempi, in cui l’incertezza sul domani regna sovrana.

Gemona, città della multivisione

lunedì, 23 luglio 2012

Ivano Bolondi

Le immagini evocano emozioni, le emozioni portano con sé i ricordi più intimi, segreti, di ognuno di noi. Quelli che celiamo al resto del mondo. Fotografie in movimento cullate dalla musica, da poche parole evocative e misteriose, proiettate all’aperto, in una sera d’estate.
Il Festival internazionale della Multivisione “GemonaImmagina” rinnova anche per quest’anno il suo appuntamento, tingendo di magia il Sagrato del Duomo e il Centro storico di Gemona dal 25 al 28 luglio, tutte le sere a partire dalle 21.30.
Organizzato dal Gruppo Fotografico Gemonese il programma prevede numerose performance realizzate da altrettanti artisti, associando le immagini alla danza e alla musica dal vivo.
Tra i tanti appuntamenti, ricordiamo l’omaggio alle poesie di Pablo Neruda “Il mare in poesia” per la serata di giovedì 26 e l’itinerario di spettacolo con proiezioni sugli edifici del centro storico di venerdì 27 “Piazza d’arte in cammino”, che partirà da Piazza Garibaldi arrivando fino a Piazza del Ferro, a cura di Claudio Tuti, Francesco Lopergolo e Franco Toso. Lo spettacolo sarà accompagnato dalle coreografie dell’associazione “Danza e dintorni” e dalle fisarmoniche di Silvia Lepore e Martina Rossi.
Per tutta la durata della manifestazione sarà possibile visitare la mostra fotografica di Ivano Bolondi “Quale Cina?“. Nell’esposizione, allestita in piazza del municipio per tutta la durata del Festival dalle ore 18 alle 21.30, Bolondi si orienta su tre segmenti tematici: la ricerca dell’armonia, l’identità e il senso del futuro di questo straordinario popolo dell’estremo Oriente. In caso di mal tempo gli spettacoli troveranno accoglienza presso il Cinema Sociale di Gemona.[ap]
[QUI il programma completo di GemonaImmagina 2012]
[Foto: Ivano Bolondi (part.), www.ivanobolondi.it]

Sante striche di pitiche

sabato, 2 giugno 2012

Ospedaletto Sante striche 2012

A zuâ cun sante striche”: una domenica all’insegna del divertimento e dello stare insieme. Domani, domenica 3 giugno a partire dalle ore 10, l’Associazione genitori della Scuola primaria di Ospedaletto propone presso il Parco “Stroili” una festa per avvicinare i bambini all’attività ludico-sportiva. Nata dalla collaborazione con le associazioni del territorio, la Parrocchia di Santo Spirito e con il patrocinio dell’amministrazione comunale, la giornata sarà scandita dalla presenza di ricchi chioschi, attività di gioco, laboratorio di trucchi per tutti i bambini.
L’iniziativa sarà anche l’occasione per raccogliere fondi da destinare alle necessità didattiche della Scuola primaria di Ospedaletto.

Ri-ciclare Gemona

venerdì, 1 giugno 2012

Elementi sotterranei

Sarà il “riciclo” – anzi, il “ri-ciclo” – il tema conduttore di Elementi sotterranei 2012, il Festival di arti urbane che si svolgerà a Gemona da oggi, venerdì 1 giugno, a domenica prossima. Promossa dall’associazione Bravi ragazzi l’iniziativa, giunta alla sua settima edizione, potrà contare sulla presenza di 14 writers di fama internazionale, accanto a una trentina di altri artisti, selezionati attraverso un bando di concorso che ha raccolto oltre 70 richieste di partecipazione provenienti da Italia, Svezia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Svizzera, Polonia.
Il programma prevede, ogni mattina a partire dalle ore 10 presso il parcheggio di via Roma, l’esibizione di Graffiti-writing, mentre alle 15 un laboratorio aperto al pubblico di tutte le età. Ad arricchire l’evento un concerto, presso l’ISIS D’Aronco, un laboratorio creativo per i più piccoli e un workshop sul “riciclo lavorativo” a cura di Coop Consumatori Nordest.
Per quanto riguarda gli spazi, saranno due le aree a disposizione degli artisti, a est e a ovest della stazione, per un totale di circa 700 mq. Gli organizzatori ci tengono a sottolineare che la manifestazione si svolgerà «nel pieno rispetto delle regole, senza confondere l’espressione artistica con il vandalismo». Giusto per fugare i dubbi di qualche gemonese perplesso.
[QUI il sito dell’iniziativa con il programma completo]