Archivi per la categoria ‘Spettacolo’

Immagina, Gemona

giovedì, 15 luglio 2010

Gemona - Foto: Claudio Tuti

Da oggi 15 luglio al 18 Gemona ospiterà, per la prima volta nella nostra regione, il Festival internazionale di multivisione. Una nuova forma d’arte. Come definirla? Ci proviamo. La multivisione fonde insieme la fotografia , musica e tecniche multimediali, dando vita a cortometraggi di alta qualità e originalità, in cui ogni singolo fotogramma è il risultato di una complessa sequenza con effetti ad opera d’arte nel contesto tematico e musicale. Il risultato: il tutto, l’insieme delle immagini e della musica, è più della somma delle parti. La creazione di un’immagine simbolico-emozionale, che lascia un di più indicibile in comprensione dei temi sviluppati. Ecco. Meglio andarla a vedere. Così ognuno potrà darne la sua definizione. L’occasione è da non perdere. Il programma è ricco di eventi, presso il Sociale e la piazza Garibaldi. Sarà presente anche Todd Gipstein, uno degli autori più affermati a livello fotografico della National Geographic, nonché «pioniere» della multivisione. Il titolo «Gemonaimmagina» ci sembra contenere un interessante messaggio: immaginare il nostro paese da prospettive nuove, inesplorate, con l’occhio dell’artista, il più adusato a certe perlustrazioni creative, che fanno emergere la bellezza ancora nascosta. Ci auguriamo che questo Festival sia soltanto il primo di una lunga serie, che potrebbe rendere Gemona famosa nel mondo della multivisone. Il festival, inoltre, è un’altra prova che la nostra comunità, specialmente attraverso le associazioni di volontariato come l’eccellente «Gruppo fotografico», ha delle potenzialità plurime che vanno ben oltre il solo ambito dello sport, che non possono non essere valorizzate e sostenute dall’amministrazione comunale.
[Per ulteriori informazioni, QUI il sito del fotografo gemonese e organizzatore dell’iniziativa Claudio Tuti]

E state a Gemona quest’estate

lunedì, 7 giugno 2010

Gemona19

Nuovo logo, nuova grafica, nuovi palinsesti. Per l’estate 2010 la Pro Glemona [] si presenta ricca di novità, segno dell’entusiasmo e del dinamismo che i volontari e il suo presidente Sara Mardero hanno saputo infondervi. A cominciare dalle attività in programma, che prenderanno il via l’11 giugno e si concluderanno il 29 agosto.
Da parte nostra non possiamo che congratularci per il lavoro svolto, che, in una logica di rete e di apertura al territorio, sta facendo crescere Gemona. E quindi pubblichiamo volentieri il programma che la Pro Loco ci ha messo a disposizione. Con i migliori auguri.
[QUI il volantino con i programmi dell’estate 2010; 800 Kb]

Gli esseri umani sono di mille colori

lunedì, 31 maggio 2010

Uova

Dopo il successo di critica e di pubblico della recente esibizione a Torino, arriva ad Artegna, domani, martedì 1 giugno alle 20.45 presso il Nuovo Teatro «Monsignor Lavaroni», lo spettacolo teatrale «Colori che esplodono», realizzato dalle persone disabili e dagli operatori dei Centri Socio Riabilitativi ed Educativi (CSRE) dell’Azienda sanitaria n.3. Questo appuntamento rappresenta una tappa del percorso denominato «Progetto Free Space. Liberi di essere giovani» promosso dall’amministrazione comunale di Artegna sul tema della comunicazione. Lo spettacolo teatrale si propone come esempio di modalità alternativa e creativa di comunicazione. Nasce e sviluppa tra il 2005 e il 2006 a seguito di un laboratorio di pittura espressiva, condotto dalla pittrice Viviana Biasizzo e svoltosi presso i CSRE di Gemona, Tolmezzo ed Esemon. Seguendo questo itinerario, le persone disabili hanno potuto far emergere e valorizzare le loro capacità creative, esprimendosi con un linguaggio inusuale ed artistico. In seguito, i laboratori d’espressione corporea e teatrale hanno ideato e allestito uno spettacolo teatrale multimediale dal forte impatto visivo, che è stato presentato con successo in alcuni teatri della provincia di Udine e di Gorizia.
[QUI una breve scheda sui CSRE]

Donando s’impara

sabato, 13 febbraio 2010

Dono_03

Ci sono eventi che accadono lontano dai riflettori, ma di cui noi non ci stancheremo mai di parlare. Gocce che scavano nel tempo, dense di senso. Nella logica della gratuità e della responsabilità. Lontane dalle dinamiche del potere. Da oltre 10 anni il Coordinamento delle associazioni [] ha intrapreso un cammino in rete con gli istituti superiori di Gemona. Un progetto di promozione del volontariato che propone ai giovani del triennio di incontrare persone e azioni significative che si sperimentano nel nostro territorio: dal mondo della disabilità a quello dell’educazione, dai diritti umani al commercio equo e solidale, dalla promozione culturale e ricreativa al sostegno di coloro che vivono disagio psichico o alcool-correlato. Quest’anno l’iniziativa, cominciata alcune settimane fa, prevede una decina di incontri durante i mesi di febbraio e marzo. Per chi vorrà, poi, vi sarà la proposta di un impegno più personale e concreto. Nella convinzione che la dimensione del «dono» non possiamo permetterci di lasciarcela alle spalle, come fosse un inutile retaggio del passato.
[QUI la locandina dell'iniziativa]

Conservare la memoria

giovedì, 4 febbraio 2010

Cervello_01

In una società livellata sul tempo presente, com’è quella attuale, diventano preziose le voci che sanno recuperare la memoria. Recuperarla per ridarle nuova vita e nuovi significati. Accade così che alcuni studenti del Liceo «Magrini» di Gemona abbiano voluto ricordare la Shoah attraverso le voci di un gruppo di ebrei che nel maggio del 1939 partirono in nave dal porto di Amsterdam diretti a Cuba. Come novelli Colombo, andavano verso un futuro ignoto, lasciandosi alle spalle la loro vita in Germania. Giunti al porto de La Avana non furono fatti sbarcare e rimandati indietro. Un po’ come accade oggi con gli immigrati sulle nostre coste. Era la vigilia della II guerra mondiale…
Domani, venerdì 5 febbraio, alle 20.30 presso l’aula magna dell’ISIS «D’Aronco» gli studenti delle classi quarte del Liceo «Magrini» presentaranno una lettura scenica tratta dal libro di Gilbert Sinoué Una nave per l’inferno []. Accanto a loro, gli allievi della Scuola secondaria di primo grado «Cantore» proporranno invece alcune letture: La difesa della razza: alle radici del genocidio, Il ghetto, I bambini di Terezin.
Chissà che non fosse facile profezia quella di Ray Bradbury nel celebre Fahrenheit 451: «E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: noi ricordiamo. Ecco dove alla lunga avremo vinto noi».

Piccola sfera

giovedì, 24 settembre 2009

Mondo04

Anche i Dret e Ledrôs, gruppo gemonese che si impegna sul territorio per la diffusione e la promozione del teatro con spettacoli e attività formative, saranno presenti sabato prossimo 26 settembre alla serata “Sfera Pequeña”, che si svolgerà presso la sala l’Alpina di Comeglians alle ore 21.00. L’appuntamento vuole portare un po’ di Argentina in Carnia, attraverso «suoni, racconti, viaggi, esperienze sull’immigrazione e l’emigrazione».
L’iniziativa, nata dall’idea dei ragazzi che da anni partecipano ai laboratori educativi realizzati in Val Degano nell’ambito del progetto “Mosaico”, fa parte delle attività di promozione della partecipazione consapevole dei giovani nelle proprie comunità di appartenenza ed è gestito dal Servizio Sociale dei Comuni in collaborazione con la Cooperativa Itaca e l’Associazione Intercomunale Alta Val Degano-Val Pesarina.
La serata, aperta al pubblico, prevede gli interventi di:
> Padre Josè A. Resich, parroco di San Pablo de Merlo (Buenos Aires), che porterà la sua testimonianza riguardo il Progetto “Snait” in favore di ragazzi e adulti della sua Parrocchia;
> Guido Carrara, cantautore friulano emigrato in Argentina, collaboratore del Progetto “Snait”, che tradurrà in musica la tematica dell’immigrazione/emigrazione,
> i Dret e Ledrôs di Gemona che accompagneranno con brani e poesie l’intera serata.

Il teatro, la danza e Gemona

lunedì, 10 agosto 2009

Teatro01

Questa sera in località “Lis fratis” – dietro al campanile del duomo – la compagnia gemonese dei Dreteledrôs, d’intesa con l’associazione Danza e dintorni si esibiranno in “Origine: aria acqua terra e fuoco”. Uno spettacolo teatrale di parole, musica e danza – dicono gli organizzatori – “volto a valorizzare, attraverso l’arte, splendidi luoghi poco conosciuti e poco frequentati di Gemona”. Altre informazioni QUI.
[Immagine: L. Mattotti]