Articoli marcati con tag ‘Associazioni’

Una mappa per combattere vecchie e nuove povertà

lunedì, 21 maggio 2012

Povertà

È stata presentata ieri, durante la festa dell’Ascensione sui prati della sella di Sant’Agnese, la Mappa delle associazioni e dei gruppi operanti nel campo delle povertà nel territorio del Gemonese. Il documento è il frutto del lavoro svolto negli ultimi mesi dal “Gruppo povertà”, promosso su iniziativa del Coordinamento delle associazioni. La mappatura consiste in una analisi “dal basso” delle realtà – associazioni, organizzazioni, singoli cittadini – che operano in favore di coloro che vivono situazioni di povertà, marginalità, esclusione sociale. È un primo passo per favorire il consolidamento delle reti esistenti (circa 200 volontari risultano attivi nel settore).
«I gruppi direttamente coinvolti nello svolgimento della mappatura – sottolineano gli estensori della guida –, assieme ad alcuni volontari che hanno aderito all’iniziativa a titolo personale, si propongono di aumentare la conoscenza reciproca, il dialogo e l’integrazione delle risorse, al fine di orientare al meglio le richieste di aiuto dei cittadini».
Dalla mappatura sono emersi inoltre alcune utili rilevazioni dei bisogni emergenti: precarietà economica, necessità di generi alimentari e di vestiario, bisogno di orientamento e informazione, di accompagnamento all’utilizzo della rete dei servizi, …
La guida è stata inviata alle Amministrazioni Comunali (per quanto riguarda Gemona, è stata trasmessa all’intero Consiglio Comunale), alle Parrocchie e alle Comunità religiose del Gemonese, all’Azienda per i Servizi Sanitari, al Distretto socio-sanitario e al Servizio sociale dei Comuni.
[QUI la Mappa delle associazioni e dei gruppi operanti nel campo delle povertà nel territorio del Gemonese]

I colori del vento

sabato, 19 maggio 2012

Colori

È la festa più amata dai gemonesi. E anche la più antica, se è vero quanto riporta un antico documento del Registro della Diplomazia del 1371: i cittadini di Gemona festeggiano il giorno dell’Ascensione sui prati della sella di sant’Agnese []. Negli ultimi tempi la ricorrenza si è arricchita. Accanto alle celebrazioni religiose, che rimangono appuntamento essenziale della giornata, si sono aggiunti gli aquiloni de “I colori del vento” e gli stand delle associazioni culturali e del volontariato sociale che rendono vitale il tessuto della nostra cittadina.
Anche quest’anno il programma, realizzato dal Coordinamento delle Associazioni, è ricco di iniziative. La festa prenderà avvio domani, domenica 20 maggio, alle ore 10.45, con la Processione della Rogazione dell’Ascensione, cui seguirà alle 11.00 la Santa Messa animata dai Gruppi Giovanili della Forania di Gemona e dagli Scout. Nel corso della giornata non mancheranno la Bottega degli aquiloni, a cura del Gruppo Scout, i giochi di arrampicata per bambini e ragazzi organizzati dal Gruppo Giovanile Parrocchiale Glemonensis in collaborazione con il CAI e il chiosco a cura del “Borc Taviele”.
Durante la giornata sarà presentata alla popolazione la «Mappa delle associazioni e dei gruppi operanti nel campo delle povertà nel territorio del Gemonese» [], frutto del lavoro svolto dal Coordinamento negli ultimi mesi per approfondire la conoscenza del fenomeno “povertà” sul territorio, per rilevare bisogni emergenti (precarietà economica, necessità di generi alimentari e di vestiario, di assistenza a domicilio di accompagnamento all’utilizzo della rete dei servizi…) e per consolidare le reti di collaborazione esistenti. La festa dell’Ascensione è infine arricchita da una serie di iniziative che si svolgono a ridosso della domenica sotto il titolo comune «Dentro la crisi».
[QUI il comunicato con il programma completo]

Friulani di ieri, migranti di oggi

mercoledì, 16 maggio 2012

Mare chiuso

Doppio sguardo sul Friuli tra le radici del passato e la mutabilità del presente, tra il “noi” e il “loro”.
Questa sera, mercoledì 16 maggio, l’associazione “Ostermann”, in collaborazione con la Pro Loco, prosegue la serie di incontri intorno alla figura di Pomponio Amalteo e alla realtà culturale, sociale, politica ed economica friulane in cui il pittore visse durante la prima metà del ’500. Alle ore 20.30. presso l’auditorium San Michele in Largo Porta Udine, Liliana Cargnelutti, collaboratrice della Soprintendenza Archivistica del Friuli-vg, parlerà degli «Aspetti della cultura e della società friulana nell’età dell’Amalteo».
Domani sera, invece, all’interno delle iniziative promosse dal Coordinamento delle Associazioni di Gemona, la Buteghe dal Mont, in collaborazione con il gruppo locale di Amnesty International e La Cineteca del Friuli, propone presso il Sociale il documentario di Andrea SegreMare chiuso”, che narra le storie dei migranti africani intercettati tra il 2009 e il 2010 nel canale di Sicilia e respinti in Libia dalle autorità italiane. La pellicola sarà preceduta da una multivisione del fotografo gemonese Claudio Tuti dal titolo “Qui la meta è partire”.
[QUI il comunicato stampa con tutte le iniziative promosse dal Coordinamento delle Associazioni per la Festa degli Aquiloni 2012]

Assemblea pro Glemona

sabato, 25 febbraio 2012

Tempus est jocundum

Oggi, sabato 25 febbraio, alle ore 17.30 presso l’auditorium San Michele, si svolgerà l’assemblea annuale dei soci della “Pro Glemona”. Un appuntamento atteso in cui verranno illustrati i progetti che l’associazione ha in programma per il 2012. In tempo di crisi e di minori trasferimenti da parte degli enti pubblici, anche alle Pro Loco corre l’obbligo di ripensare la propria offerta culturale e turistica. Negli ultimi anni le attività della Pro Glemona sono cresciute sia in numero sia in qualità (basta pensare ad esempio alle integrazioni tra il “Tempus est jocundum” e le iniziative dell’associazione “Ostermann”, oppure alla rassegna “Leimi”). Ma soprattutto La Pro Loco ha saputo coinvolgere un crescente numero di giovani e potenziare la rete di collaborazioni sul territorio.
L’assemblea dei soci di questo pomeriggio, accanto alla discussione sulle attività e le manifestazioni in programma per il 2012, avrà il compito di approvare i bilanci consuntivo e preventivo e di eleggere 5 componenti del consiglio direttivo, 3 per il triennio 2012/14 e 2 per il 2012, e un revisore dei conti per il biennio 2012/13.

Il volontariato e la politica

giovedì, 1 dicembre 2011

Renè Magritte, La bataille (particolare)

I volontari che operano nelle associazioni gemonesi devono essere grati e riconoscenti verso le aziende private che hanno sponsorizzato con 156 mila euro il progetto “Gemona Città dello sport e del benstare”. Con queste parole il sindaco Paolo Urbani ha accolto i referenti delle associazioni culturali, sociali, d’arma e sportive durante l’incontro di martedì scorso 29 novembre, confermando la volontà dell’amministrazione di convogliare ogni sforzo quasi esclusivamente sul progetto comunale. Il sindaco ha poi ricordato l’importanza del contratto economico stipulato con Oscar Pistorius, che porterà – a suo dire – grande visibilità per Gemona. Lo sportivo sarà di nuovo ospite a spese del nostro comune durante la prossima stagione (presumibilmente da maggio ad agosto), in vista delle olimpiadi del 2012.
Per quanto riguarda la ripartizione dei contributi – ha continuato Urbani – le associazioni dovranno fare «mente locale», «fare qualcosa di particolare ed attraente per far andare Gemona verso una nuova economia». L’invito è quello di realizzare «manifestazioni di grande rilievo», di «pensare in grande», e di pensare anche che «dove non può arrivare il Comune, può arrivare il privato». Nei prossimi anni si «andrà a scegliere le manifestazioni da sostenere»: è necessario che Gemona si qualifichi con «meno manifestazioni e più di qualità». Tra i paesi vicini è sempre più alta la concorrenza. «La gente deve scegliere e va dove si trova meglio, dove c’è risposta alle attese del pubblico». Pertanto – ha ribadito il sindaco – l’amministrazione comunale sosterrà quegli eventi che mireranno a sviluppare le sinergie all’interno del progetto «sport e benstare».
A conclusione del suo intervento, Urbani ha abbandonato l’incontro e ha lasciato la parola all’assessore Stefano Marmai che ha dato spazio a un breve dibattito, ha richiamato il fatto che le domande di contributo dovranno essere presentate entro il prossimo 31 gennaio e che è in corso d’opera il censimento delle associazioni per settore. Infine l’assessore ha ricordato l’importanza del volantino di informazione Eventi in rete, collegato al sito internet [], strumento attraverso cui le associazioni possono segnalare le loro iniziative.

La logica delle reti

martedì, 29 novembre 2011

Rete

Realizzare una mappatura delle realtà operanti nel campo delle “povertà” a Gemona. È una delle iniziative che il Coordinamento delle Associazioni [] ha intrapreso negli ultimi mesi, in linea con l’azione che svolge da anni, promuovendo attività di messa in rete e di integrazione di informazioni, competenze e risorse. La mappatura prevede una ricognizione dal “basso” delle realtà del territorio (associazioni, organizzazioni, enti e servizi pubblici, singoli cittadini) che già operano o potrebbero essere intressate al tema delle “povertà”. L’attività mira a favorire la conoscenza reciproca, il dialogo, l’integrazione delle risorse, al fine di orientare in misura efficace le richieste di aiuto dei cittadini. Si cercherà inoltre di rilevare i bisogni emergenti (precarietà economica, necessità di generi alimentari e vestiario, bisogno di orientamento e informazione, di accompagnamento all’utilizzo della rete dei servizi, …) e si costruirà una mappa delle “persone chiave” cui rivolgersi per rispondere in modo efficace alle richieste di aiuto.
Si tratta di un’iniziativa lodevole, cui guardiamo con grande interesse. Un segnale positivo che mostra come la comunità gemonese sappia cercare risposte ai problemi non attraverso interventi calati dall’alto o falsamente miracolistici, ma con un paziente lavoro di “tessitura” di reti sociali, di relazioni significative e durevoli. La politica avrebbe molto da imparare da queste “buone pratiche” della cosiddetta “società civile”.

Protezione è civiltà

martedì, 9 agosto 2011

Protezione civile

Durante l’ultimo consiglio comunale [] è stato approvato il Regolamento del gruppo di Protezione Civile di Gemona. Redatto dall’apposita Commissione per lo statuto e per i regolamenti – di cui fa parte anche il consigliere di “Con te Gemona” Sandro Venturini – il documento disciplina l’organizzazione interna e il funzionamento della Squadra di protezione civile comunale. Lo mettiamo in linea [QUI]. Accanto al regolamento è stato aggiornato l’elenco dei volontari e sono stati riconfermati il coordinatore della squadra, Sergio Cucchiaro, il Caposquadra di Protezione civile, Giuseppe Turchetti e la Caposquadra di Antincendio boschivo, Francesca Passudetti.
Il gruppo di Gemona conta quasi una quarantina di aderenti, cui va un plauso e un sentito ringraziamento per il servizio che offrono al “bene comune”, con un’opera di prevenzione e di intervento durante le calamità naturali.

Contraddizioni. Nelle parole. Nelle azioni. Nei conti

venerdì, 24 giugno 2011

Pulsanti autoreferenziali

«Anche quest’anno garantiamo un sostegno considerevole alle associazioni, in particolar modo a quelle che operano nell’ambito del sociale e della scuola che in questo riparto, rispetto all’anno passato, portano a casa qualche soldo in più». Sono le parole del sindaco Paolo Urbani, riprese da una recente intervista rilasciata alla stampa locale. Eppure questi conti, almeno stando alle attuali delibere, non tornano. Se è vero, come va ribadendo il primo cittadino di Gemona, che l’attuale amministrazione comunale continua a sostenere i gruppi sportivi e il progetto «Città dello sport», non fa altrettanto con le numerose associazioni del volontariato sociale, né tanto meno con le istituzioni scolastiche. Il recente stanziamento è lì a comprovarlo. Se lo scorso anno le scuole hanno ricevuto complessivamente 18.400 €, quest’anno il finanziamento stanziato sarebbe di 9.800 €. Il condizionale è d’obbligo, però, perché l’amministrazione al momento ha deliberato soltanto questa cifra, in base alle domande pervenute entro il mese di gennaio 2011, ma non ha ancora chiarito se, quando e soprattutto di quanto sarà una seconda tranche di contributi. Stando sempre all’attuale deliberazione, ancora peggio andrebbe alle associazioni del volontariato sociale: 9.900 € nel 2010, 2.500 € quest’anno.
Guardando i numeri, e certo le scuole e le associazioni non possono fare altro che attenersi ai fondi effettivamente erogati, non alle chiacchiere, non si comprende la soddisfazione del sindaco Urbani. Ancora una volta ha perduto un’occasione per rivedere i criteri di assegnazione dei contributi e per cominciare con serietà un percorso di sostegno e promozione alle ricchezze tra le più importanti della nostra cittadina: la scuola e il volontariato sociale. I dati sono lì a dimostrarlo. Anche se raddoppierà i contributi nel 2011, si tratta di qualche migliaio di euro. A dispetto dell’impegno di decine di persone, professionisti e volontari, che operano per il «benessere» e il futuro di Gemona. Per fortuna lavorano senza dover contare sul sostegno di una politica ancora miope e dal respiro corto.
[QUI la sintesi degli stanziamenti 2010 divisi per ambiti e stralci]
[QUI gli stanziamenti previsti nel 2011]