Articoli marcati con tag ‘Delibere’

Agevolazione IMU: gesto di giustizia

venerdì, 4 maggio 2012

Anziano

La giunta comunale ha accolto la proposta inoltrata dal consigliere di “Con te Gemona” Sandro Venturini sulle agevolazioni IMU per anziani e disabili che vivono in casa di riposo o in istituti sanitari. Della vicenda avevamo già parlato []. La norma voluta dal governo rimane paradossale e iniqua: coloro che si trovano costretti a risiedere in strutture di cura in modo permanente devono pagare un surplus di IMU, in quanto la loro abitazione è considerata “seconda casa”. In sede di approvazione della legge tuttavia si è giunti a un compromesso: i Comuni possono decidere un’aliquota agevolata per queste categorie di persone, a patto che si facciano carico del mancato introito fiscale. Di qui la nostra richiesta [].
Durante lo scorso consiglio comunale, il sindaco Paolo Urbani ha accolto la proposta, che ora ha trovato attuazione in una recente delibera []. Un piccolo gesto di giustizia verso coloro che vivono in condizioni di difficoltà e che non meritano il trattamento che lo stato gli avrebbe altrimenti riservato.

In attesa del preventivo

venerdì, 1 luglio 2011

Spazzatrice

La prima è di circa un anno fa: 7.500 euro per due mesi. Una seconda, di 8.340 euro, per altri tre. La terza, da ottobre a dicembre: 9.360 euro. E siamo nel 2011. I primi sei mesi dell’anno ci sono costati 22.464 euro. E ora un’altra delibera: 7.800 euro per i mesi da luglio a settembre. Totale: 55.464 euro. È la spesa sostenuta dal Comune di Gemona per il noleggio di una spazzatrice da impiegare per la manutenzione delle strade. Un anno di noleggio a singhiozzo «in attesa – citano le delibere – che l’amministrazione comunale di Gemona acquisisca i preventivi per la riparazione del vecchio mezzo guastato mesi addietro» []. Oltre un anno per ottenere un preventivo. E cinque proroghe del contratto di noleggio, che se effettuato in unica soluzione avrebbe certamente permesso risparmi. È economicamente vantaggiosa una procedura di questo tipo? Chissà che non fosse stato meglio, nel breve periodo, acquistare in tutta rapidità una bella Schmidt Swingo di seconda mano. Su internet se ne trovano di belle e fiammanti a cifre modiche []. In attesa di acquisire i preventivi di quella nuova, sia chiaro.

Numeri

domenica, 3 aprile 2011

Numeri

Costo realizzazione nuovo gonfalone comunale «in pura seta, completo di frangia alla base, […], con ricamo parte a mano e parte a macchina, traversino in ottone nichelato, asta in ottone cromato, nastro tricolore con frange, cinturone in pelle, custodia anti polvere».

Costo nuovo gonfalone comunale3.911,40

[Fonte e virgolettato: Determina comunale]

Pargoli in transito

martedì, 14 settembre 2010

Pargoli

Un’associazione d’arma può essere uno strumento utile in tempo di pace. Soprattutto in tempo di pace. Il cameratismo può farsi sensibilità verso gli altri, impegno civico, responsabilità intergenerazionale. Così il sezione gemonese dell’Associazione Marinai d’Italia [] dal 2007 all’inizio di ogni anno scolastico stipula una convenzione con l’amminstrazione comunale per svolgere attività di sorveglianza degli alunni nei pressi delle scuole primarie di Piovega, Ospedaletto e Campolessi. Precisamente, i volontari dell’associazione garantiscono: «attività di assistenza agli studenti in prossimità del plesso scolastico […] per l’attraversamento stradale in concomitanza dell’entrata e dell’uscita dalla scuola; attività di sorveglianza generica in prossimità della scuola; attività di rilevazione e segnalazione di problematiche sorte in occasione del servizio o ad esso inerenti». Nella delibera comunale si sottolinea come il servizio sia stato finora svolto «in maniera ottimale», segno della serietà e della dedizione profuse dai marinai.
Iniziativa da esaltare e a cui dare massimo riconoscimento pubblico. Non solo per la sua concreta efficacia, ma anche perché rende visibile quotidianamente la presenza del dono del proprio tempo e della gratuità, mette in comunicazione generazioni diverse, offre un’occasione per rendersi utili ai volontari, spesso pensionati. In poche parole crea comunità. A quale genitore non fa piacere pensare che il proprio figlio, andando a scuola, incrocerà il sorriso di una persona disponibile che l’aiuta ad attraversare la strada in tutta sicurezza?

One man, one work

martedì, 7 settembre 2010

Lavoratori

Quando l’economia non ce la fa, è la politica che deve intervenire. Con riequlibri, sostegni, incentivi. Soprattutto accompagnando coloro che dentro la crisi economica vivono situazioni di maggiore difficoltà. L’abbiamo ripetuto più volte anche qui [1. 2. 3.]
Va quindi nella direzione giusta la recente delibera della giunta comunale che prevede un finanziamento di un progetto per l’utilizzo di nove lavoratori occasionali mediante lo strumento dei voucher [] per attività di giardinaggio, pulizia, manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti. In linea con quanto fanno molte altre amministrazioni comunali, anche quella di Gemona ha attivitato questa possibilità temporanea «di chi è disoccupato di lungo periodo, di chi non è ancora entrato nel mondo del lavoro oppure si trova, a causa delle proprie caratteristiche personali (titolo di studio, curriculum lavorativo, età, situazioni familiari, ecc.) in gravi difficoltà nella ricerca del lavoro» []. Il progetto si svilupperà da ottobre a dicembre e ciascun lavoratore verrà impegnato per 4 settimane (96 ore complessive). È una misura ancora minima, da estendere ad altre persone e da prolungare nel tempo, e quindi da finanziare con ulteriori risorse. Ma la direzione, a nostro avviso, è quella giusta. A cosa serve la politica se non a «eguagliare», o almeno tentare di farlo, le situazioni economiche e sociali che sacrificano le persone e la loro dignità in nome delle logiche spesso incontrastabili di questo complesso mondo globalizzato?
[QUI il comunicato stampa dei gruppi consigliari di Con te Gemona e Idee in Comune]

Mobilità

martedì, 31 agosto 2010

Ghepardo che corre

In tutta Europa, meno in Italia, la mobilità è uno dei temi più importanti per un’amministrazione locale. Incide nel concreto della vita di una comunità. Produce relazioni. Mette in contatto luoghi, persone, attività. Lo vediamo anche a Gemona, un paese cresciuto senza troppe regole, privo di centri definiti, senza un governo dei processi insediativi, un po’ come le grandi metropoli moderne (vedi le recenti dichiarazioni dell’architetto Nimis ). Ecco allora l’importanza, a questo punto, di cercare di rimediare alla mancata progettualità dei piani regolatori con seri piani di mobilità che possano in qualche modo ridare senso e identità al paese. Sarà, speriamo, un obiettivo di lungo termine delle future amministrazioni negli anni a venire. Per ora dobbiamo accontentarci, in mancanza di amministratori che abbiano uno sguardo lungimirante e competente su questi problemi, di modeste scelte. Come quella fatta di recente dalla giunta comunale con il «Nuovo Servizio Trasporto Pubblico Locale 2010», che va a modificare e a integrare quello precedente. Gestito dalla SAF e finanziato interamente dalla Provincia di Udine, il nuovo piano prevede l’estensione dei percorsi al centro commerciale «Le Manifatture», alla piscina comunale e ad alcune vie della zona alta di Gemona (via Stalis, via delle Fontane, via Scugelars, via Monte Cjampon).
Il servizio precedente consisteva di 12 corse feriali, per un totale di 24.506 Km/anno. Quello nuovo, invece, prevede 10 corse feriali, per un totale di 27.804 Km/anno. Un aumento di 3.298 Km/anno, e quindi anche un aumento dei costi di percorrenza. Nello specifico, i percorsi saranno: 2 corse giornaliere da Maniaglia alla stazione; 8 corse dal Centro Storico, Ospedale, piscina, «Le Manifatture» fino alla stazione; 2 di queste ultime collegheranno anche Ospedaletto; 4 corse serviranno la zona alta di Gemona.

A ciascuno il suo. Campo

venerdì, 20 agosto 2010

Calcio

Decisa dalla precedente amministrazione, dovrebbe ora giungere al traguardo la concessione dell’area del «Tiro a segno» alla società di calcio «Stella Azzurra». Si tratta di un terreno di oltre 55.000 mq [], ex discarica di inerti durante il post terremoto. L’associazione dovrà, entro 5 anni, iniziare i lavori per la realizzazione di una struttura in cui svolgere attività sportive e sociali, che potranno fungere da luogo di incontro per i giovani gemonesi, in particolare della Borgata Gois, Borgo Mulino e Ospedaletto. Saranno costruiti: campo di calcio, campetto di sfogo, spogliatoi, parcheggi e tribuna. A breve si dovrebbe firmare il contratto, la cui spesa dovrebbe consistere – secondo la delibera – di 12.000 euro. Spesa che si accollerà il Comune di Gemona, che ha appena disposto uno specifico contributo [].
Un nuovo campo di calcio, quindi, che dovrebbe dare sfogo alle tante richieste delle numerose squadre gemonesi e alleggerire anche la presenza di questo sport presso il Polisportivo, liberandolo a vantaggio di altre discipline e di altre strutture.

[QUI la visura del terreno concesso alla «Stella Azzurra»]
[QUI la delibera 2007 di concessione dell’area]

Gustiamoci le feste, con l’acconto

mercoledì, 23 giugno 2010

Soldi in cielo

Una buona mossa. Un anticipo dei 105 mila euro che finanziano le iniziative della «Pro Glemona»:
1. Mostra didattica permanente sul terremoto “Frammenti di memoria”;
2. Convegno tematiche giovanili con Paolo Crepet;
3. Maggio in Opera;
4. Eventirete;
5. Festa dell’Amicizia Gemona – Bled – Velden;
6. Estate Gemonese: Pane, Musica e … – Gemona InCanta – Estate Gemonese week-end;
7. Tempus est Jocundum;
8. I nostri amici animali;
9. Gemona formaggio e… dintorni;
10. Natale a Gemona – Gustiamoci le feste.
La Giunta comunale ha recentemente deliberato di anticipare in «via straordinaria» un acconto del 60% di 63.000 euro del contributo concesso alla «Pro Loco», vincolando il saldo del 40% alla presentazione di idonea rendicontazione.
Una mossa intelligente e utile, quella di anticipare i contributi a un’importante associazione come la Pro Loco, che deve gestire numerose e importanti iniziative, con una rilevante ricaduta sul territorio, specialmente a livello turistico. Una prassi che andrebbe estesa a tutte quelle associazioni, culturali, di volontariato sociale, sportivo o ricreativo, che operano con continuità e che, non dovendo attendere la fine dell’anno per vedersi elargire i contributi comunali, avrebbero modo di gestire in modo più efficace le proprie attività. Alla giunta comunale, allora, proponiamo di trasformare questa «delibera straordinaria» in una «scelta ordinaria».
[QUI la delibera]